Herbarium

"Il camenèrio (Epilobium angustifolium) è una pianta erbacea della famiglia delle Onagraceae diffusa nelle zone temperate più frequentemente montane (oltre i 1000 m) dell'emisfero boreale. Ha un rizoma molto ramificato e un fusto eretto alto fino ad 1.50 m. Le foglie lanceolate ricordano l'oleandro e l'infiorescenza ha forma piramidale di colore fucsia.
Il camenèrio è famoso per essere una delle prime piante a fiorire dopo un incendio o un crollo. Fiorisce nella seconda metà di luglio, motivo per cui è spesso chiamato fiore di sant'Anna."


Tecnica mista: grafite e photoshop
"Il dragoncello o estragone (Artemisia dracunculus) è una pianta perenne, aromatica e amara, appartenente alla famiglia delle Asteracee.
È originaria della Siberia del sud e della Russia meridionale. Il fusto forma dei cespugli che possono raggiungere l'altezza di circa un metro, ha fiori piccoli e di colore verde-giallastro, riuniti in infiorescenze a forma di pannocchia. Le foglie sono sottili, lucenti e di colore verde scuro. L'appellativo Dranunculus significa "piccolo drago" ed allude probabilmente alla forma del cespulio della pianta."

Tecnica mista: grafite e photoshop
 "La lavanda officinale (Lavandula angustifolia) è una pianta suffruticosa sempreverde della famiglia delle Lamiaceae. Le foglie profumano e sono persistenti, lunghe 1–3 cm e larghe pochi millimetri. I fiori sono riuniti in una vistosa e compatta infiorescenza a spiga.
Il nome comune "lavanda" con il quale siamo abituati a chiamare queste piante (ma anche quello scientifico Lavandula) è stato recepito nella lingua italiana dal gerundio latino "lavare" ( = che deve essere lavato) per alludere al fatto che queste specie erano molto utilizzate nell'antichità (soprattutto nel Medioevo) per detergere il corpo."
Tecnica mista: grafite e photoshop


Commenti